Ospedale St. Damien – Haiti

Haiti è uno dei Paesi più poveri del Mondo e il più povero dell’area caraibica: ogni ora 2 bambini sotto i 5 anni muoiono di malnutrizione e malattie curabili, 1 bambino su 4 non va a scuola, l’80% della popolazione vive con meno di 1 dollaro al giorno. Fin dalla sua nascita, la Fondazione Francesca Rava è particolarmente impegnata a portare aiuto e speranza in questo vero inferno in terra, dove N.P.H. è presente da oltre 30 anni sotto la guida di Padre Richard Frechette, americano, sacerdote e medico in prima linea nei quartieri più degradati della capitale.

Qui nel 2006 la Fondazione, grazie all’aiuto di tanti donatori e professionisti volontari, ha costruito l’Ospedale N.P.H. St. Damien di Haiti, unico pediatrico dell’isola, che cura ogni anno oltre 80.000 bambini. In occasione del terribile terremoto del 2010, che ha causato oltre 230.000 morti, il St. Damien, unico ospedale rimasto operativo, è diventato centro dei soccorsi internazionali. Nel corso dell’emergenza terremoto è nato anche il reparto di maternità e neonatologia, dotato ora di 42 letti e 5 postazioni travaglio, dove ogni giorno nascono 15 bambini in sicurezza assistiti da personale locale affiancato da ostetriche, medici e infermieri volontari dalle migliori strutture sanitarie in Italia (5.000 parti l’anno).

Dal 2015 la Fondazione si è impegnata anche per potenziare l’attività chirurgica dell’Ospedale, assicurare assistenza 24ore/24 salvando più vite possibile, far sì che diventi polo per la formazione di nuovi chirurghi pediatrici in Haiti e ha stretto una partnership con la Società Italiana di Chirurgia Pediatrica (SICP), per un progetto triennale che prevede la presenza in Haiti a rotazione di chirurghi italiani volontari per la formazione al personale medico e infermieristico del reparto di chirurgia e a giovani specializzandi dell’Università, creazione di una scuola di specialità in chirurgia pediatrica, riduzione del costo per intervento, incremento progressivo del numero bambini operati/anno, dagli attuali 500 a 1500.

In tre anni  sono state circa 30 le missioni di chirurghi italiani volontari recatisi in Haiti per operare e per formare Steve e Sandra e circa 10 gli stage in Italia presso l’Ospedale Buzzi di Milano e il Gaslini di Genova. I bambini operati di ernia, peritoniti ma anche gravi malformazioni a carico dell’apparato intestinale e urinario oltre 1500. Il lavoro continua.

Cosa puoi fare tu

CON 30€
Doni una visita medica neonatale
CON 40€
doni una medicazione chirurgica AMBULATORIALE
CON 75€
doni la fornitura giornaliera di antibiotici e farmaci antitumorali
CON 100€
doni una giornata di formazione E assistenza chirurgica
CON 200€
doni il salario mensile di un'infermierA di reparto
CON 350€
doni una culla per un bambino
CON 450€
doni un intervento chirurgico
CON 1000€
doni una borsa di studio per personale medico sanitario